è quasi magia johnny

Novità cartoni anni 80 in tv a novembre 2019

Vi dicono niente questi versi? «Quando a Johnny va / che strane cose fa / lui può spostare tutto col pensiero.» E questi altri? «La battaglia dei pianeti / spacca e spazza tutti i cieli / cinque intrepidi ragazzi / vanno forte più dei razzi.» Sono le indimenticabili sigle di due vecchi cartoni che a novembre faranno la loro ricomparsa sugli schermi televisivi. Se avete capito a quali ci riferiamo, non potete perdere questo nuovo aggiornamento, in cui vi anticipiamo i titoli vintage in arrivo nelle prossime settimane.

Il 4 novembre torna sulle frequenze di Italia1, dal lunedì al venerdì alle ore 8.10 nello spazio Latte & Cartoni, un cartone animato giapponese simbolo degli anni 80: “È quasi magia Johnny”. La messa in onda avviene a 18 anni di distanza dall’ultimo passaggio, risalente all’autunno 2001, della serie sulla rete “giovane” di Mediaset e nell’anno in cui ricorre il trentennale della sua prima trasmissione. Era il 24 gennaio 1989, infatti, quando all’interno di Bim Bum Bam partirono per la prima volta le note di sax della celebre sigla cantata da Cristina D’Avena e facemmo la conoscenza del timido Johnny e delle sue due spasimanti Sabrina e Tinetta, che avrebbero formato uno dei triangoli amorosi più famosi di sempre.

“È quasi magia Johnny” (titolo originale “Kimagure Orange Road”) è stata una delle serie più censurate della storia dei cartoni in Italia. Il motivo era poterla destinare a un pubblico di età inferiore a quello di adolescenti cui era in origine rivolta. Intere scene tagliate, puntate ridotte di diversi minuti, vicende e dialoghi stravolti, episodi mai trasmessi. Tanto che fu necessario realizzare una nuova versione fedele all’originale (anche nei nomi dei personaggi) e senza censure dal titolo “Orange Road”, pubblicata in vhs dalla Dynamic Italia tra il 1996 e il 1999 e ripresa nel 2003 per l’edizione in dvd con il titolo “Capricciosa Orange Road”. La versione più famosa rimane, però, quella di Mediaset, soprattutto per il doppiaggio (realizzato dalla Deneb Film di Milano), caratterizzato da voci azzeccatissime per i tre protagonisti: Davide Garbolino (Johnny), Marcella Silvestri (Sabrina) e Marina Massironi (Tinetta).

L’edizione della Dynamic è stata trasmessa dal canale della piattaforma Sky Man-Ga tra aprile e giugno 2011. Nei 18 anni di assenza da Italia1, il cartone ha avuto almeno due passaggi sull’altro canale Mediaset Boing: una dall’11 giugno 2007 e l’altra dal 2 febbraio 2009, nel programma contenitore Febbre a 80. Quella che vederemo in onda a partire dal 4 novembre sarà una versione rimasterizzata in hd (licenziata da Yamato Video), ma con il doppiaggio (e le censure) Mediaset. Gli episodi saranno disponibili anche in streaming, in contemporanea con la diretta televisiva, su Mediaset Play.

“È quasi magia Johnny” non rappresenta l’unica novità della programmazione mattutina di Italia1. Dal 29 ottobre, infatti, alle 7.15 c’è “Marco”, il cartone ispirato al racconto “Dagli Appennini alle Ande”, dal libro “Cuore” di Edmondo De Amicis. Alla serie, prodotta nel 1976 dalla Nippon Animation per la collana del World Masterpiece Theater, lavorarono Isao Takahata e Hayao Miyazaki, reduci dal successo di “Heidi” di due anni prima. Il doppiaggio è rimasto lo stesso utilizzato per la trasmissione in Rai negli anni 80, mentre la videosigla è stata rifatta, con il solito collage di spezzoni sul brano storico cantato da Gli amici di Marco, pseudonimo dietro cui si celavano il coro di Paola Orlandi, Luigi Albertelli e Vince Tempera.

Diversi ritorni di vecchie serie interessano Man-Ga su Sky, come da buone abitudini del canale. Dal 4 novembre sarà riproposto “Jeeg Robot, uomo d’acciaio”, uno dei robot giganti più amati della storia, creato dal maestro Go Nagai. Appuntamento dal lunedì al venerdì alle 18.35 e in replica all’1.05, 10.40 e 15.45, negli spazi finora occupati da “Daikengo”.

Il 12 novembre ci attende una grossa sorpresa: arriverà per la prima volta su Man-Ga la seconda serie di “Gatchaman, la battaglia dei pianeti, quella del 1978. Un grande ritorno in tv per un super classico targato Tatsunoko Production, in onda in versione restaurata ogni martedì alle 21.50. “Gatchaman 2”, sequel diretto della prima serie animata con questo nome, datata 1972, fu trasmesso in Italia per la prima volta nel 1983 su Italia1. Protagonista è ancora una volta la famosa Squadra G, un team spaziale di ragazzi ninja con costumi simili ad uccelli: Ken l’aquila, Joe il condor, Pretty Jane il cigno, Gimpy la rondine, Ryu il gufo. Sono passati due anni dalla sconfitta dei Galactor da parte dei Gatchaman e dalla presunta morte di Joe, quando fa la sua minacciosa ricomparsa il Generalissimo X, costringendo la Squadra G a tornare in azione per salvare la Terra.

Per fine mese segnaliamo altre due repliche, entrambe in partenza il 29 novembre, sempre su Man-Ga, al canale 133 di Sky: “Calendar Men”, che sarà programmato dal lunedì al venerdì alle 12.30, 18.05, 23.15 e 4.20, e “Hilary”, che andrà ad occupare gli spazi in palinsesto alle ore 6.55, 9.40, 14.20, 20.25 e 4.50.

Immagine: © Akemi Takada.

© Riproduzione riservata

Lascia un tuo commento