hello spank

Cartoni anni 80 in tv: le novità di novembre 2020

Palinsesto tutto anni 80 per il contenitore Latte & Cartoni, con i Puffi, Hello Spank, Una per tutte, tutte per una e Anna dai capelli rossi

Novembre sarà un mese di cambiamenti per la mattina animata di Italia1 e il contenitore Latte & Cartoni, in onda dal lunedì al venerdì dalle 6.45 alle 8.30. Nel corso delle prossime settimane i cartoni animati partiti a settembre, con l’avvio della stagione autunnale, saranno via via sostituiti da nuovi titoli, fino a comporre un nuovo palinsesto esclusivamente anni 80. Giungeranno a conclusione, infatti, “Sorridi, piccola Anna”, “Marco”, “Papà gambalunga” e “Heidi”. Al loro posto partiranno “I Puffi”, “Hello Spank”, “Una per tutte, tutte per una” e “Anna dai capelli rossi”. Cambio della guardia anche nella programmazione del sabato, tra “Piccoli problemi di cuore” ed “È quasi magia Johnny”. Ma vediamo nel dettaglio cosa ci aspetta.

La prima novità arriva già a fine ottobre, con l’appuntamento delle 6.45 che, concluse le puntate di “Sorridi, piccola Anna”, sarà occupato dai sempre amatissimi Puffi. Come per le tante repliche degli ultimi anni, si tratterà di una selezione dei migliori episodi tratti dalle nove stagioni della serie, con la canzone “I Puffi sanno…” di Cristina D’Avena a fare da sigla iniziale e finale.

Al termine di “Papà gambalunga”, il cui ultimo episodio andrà in onda venerdì 30 ottobre, si riaffaccerà sulla rete Mediaset un cartone replicato molto raramente in tv. Da lunedì 2 novembre, dopo quattro anni di assenza, potremo rivivere le vicende che coinvolgono le sorelle March nel cartone “Una per tutte, tutte per una”, ispirato al libro “Piccole donne” di Louisa May Alcott. L’appuntamento è dal lunedì al venerdì alle 7.25.

“Marco” e “Heidi” porteranno a termine il loro percorso esattamente nello stesso giorno, ovvero il 17 novembre, essendo composti entrambi dai canonici 52 episodi delle serie World Masterpiece Theater. Dal 18 novembre a prenderne il posto ci saranno “Hello Spank” e “Anna dai capelli rossi”, tra gli anime più presenti in questi anni nel contenitore mattutino.

Il tenero Spank, cane dalla faccia quadrata e la risata contagiosa, in compagnia della sua padroncina Aika Morimura, sarà in onda dal lunedì al venerdì alle 7.00 circa, subito dopo i Puffi e prima di “Una per tutte, tutte per una”. Alle 7.55 spazio all’intramontabile storia di Anna Shirley, uno dei personaggi femminili più amati della letteratura, che, oltre alla trasposizione animata giapponese, ha ispirato numerosi adattamenti, tra film e prodotti televisivi, di cui ultima in ordine di tempo è stata la serie prodotta da Neflix tra il 2017 e il 2019 dal titolo “Chiamatemi Anna”.

Sabato 14 novembre, un anno dopo il suo ritorno a 18 anni dalla precedente messa in onda, ricompare per la seconda volta su Italia1 “È quasi magia Johnny”. Sarà trasmesso con doppio episodio tutti i sabati a partire dalle 8.50. L’anime, composto da 48 episodi e prodotto dallo Studio Pierrot, è un adattamento del manga “Orange Road” di Izumi Matsumoto, di recente scomparso a soli 62 anni. Come a ogni passaggio sulla seconda rete Mediaset, vedremo la versione rimaneggiata risalente agli anni 80, mentre a inizio 2020 su Italia2 è passata l’edizione fedele all’originale, senza censure e adattamenti.

Spostandoci proprio su Italia2, visibile al canale 66 del digitale terrestre, segnaliamo che il 26 ottobre ci sarà una staffetta tra pallavoliste, con Mimì che lascerà spazio alla presunta cugina Mila. L’arcinota serie “Mila e Shiro, due cuori nella pallavolo” sarà in onda dal lunedì al venerdì con due episodi dalle 18.25, in replica il giorno seguente alle 12.45 e nel fine settimana con maratone di 5 episodi dalle 11.10.

Vi aggiorniamo anche sul palinsesto di Ka-Boom su Supersix, che dal 3 novembre potrà annoverare ben tre robottoni anni 80: tutti i giorni “Ginguiser” alle 6.30 e 17.00 e “Daitarn III” alle 7.00 e 17.30, mentre dal lunedì al venerdì c’è “Trider G7” alle 23.15. Qui trovate tutte le modalità per sintonizzarvi da ogni parte d’Italia.

© Riproduzione riservata

Lascia un tuo commento